Missione giovani: sabato 12 aprile la Giornata diocesana per “proVocare alla Gioia”

Sharing is caring!

Comunicare la fede richiede il coraggio di parlare il linguaggio delle nuove generazioni, entrare nelle sfere della loro vita quotidiana, mettendoli in contatto con quei “testimoni” la cui vita è stata trasformata dall’incontro con Cristo. Anche quest’anno torna l’appuntamento con la Giornata Diocesana dei Giovani, organizzata dall’arcivescovo Luigi Moretti, in collaborazione con il servizio diocesano per la pastorale giovanile, universitaria, vocazionale, guidata da don Natale Scarpitta.

L’evento, in programma per sabato 12 aprile (con inizio alle ore 17) in Piazza Portanova, è intitolato “proVocati alla Gioia” e prevede la partecipazione anche del primo cittadino, Vincenzo De Luca. Un invito dell’arcidiocesi, quindi, a condividere momenti di riflessione e preghiera ma anche di gioia e divertimento. «E’ una giornata importante per dare ai giovani la possibilità di sperimentare la gioia del ritrovarsi – ha commentato l’arcivescovo Luigi Moretti – per questa edizione abbiamo anche pensato di fornire ai ragazzi un’occasione per confrontarsi con alcuni “testimoni di fede”». E continua: «Si tratta anche di un momento di vita missionaria. La giornata è organizzata dalla pastorale giovanile, diretta da don Natale che, di recente, ha preso in carico questo servizio, sostituendo il precedente responsabile, don Michele del Regno. Proprio don Natale sta portando avanti con entusiasmo, presso la chiesa della Medaglia Miracolosa, ogni domenica alle 21, una serie di incontri intitolati “I dieci comandamenti”. Si tratta di un cammino di fede cristiana seguito da più di 300 giovani. Un esempio lampante di come la fede sia sinonimo di liberazione della persona e non di pesantezza».

A spiegare il funzionamento della giornata è stato lo stesso don Natale Scarpitta: «Sarà una vera e propria festa fatta di animazione, musica, danze, testimonianze e riflessioni – ha detto – in Piazza Portanova verrà installato un palco dove si susseguiranno cinque interventi fondamentali. Il primo è quello di una famiglia salernitana che sta per partire per la Cina in missione evangelizzatrice. Il secondo riguarda la testimonianza di un giovane paraplegico che racconterà la sua esperienza di vita e il come abbia superato un momento particolarmente buio della sua esistenza. Si continua con l’intervento di due giovani clown, di Olevano sul Tusciano, che recentemente sono stati ricevuti dal Papa. I due ragazzi prestano servizio in alcuni ospedali della pronvincia, portando gioia e strappando qualche sorriso agli ammalati. Ancora un altro spunto di riflessione verrà dato da alcuni detenuti del carcere Icatt di Eboli che, grazie ad un permesso speciale, potranno esibirsi in un piccolo spettacolo teatrale. A chiudere sarà, Don Tonino Palmese, referente di Libera,  che approfondirà il tema delle beatitudini evangeliche».

La giornata, poi, continuerà alle ore 22, con un secondo momento che prevede una processione aux-flambeaux da Piazza Portanova fino al piazzale antistante la Parrocchia di Santa Lucia. «L’idea è questa: i giovani portano la luce di Cristo per rischiarare la notte della movida – ha continuato don Natale – Dopo un momento di preghiera introduttivo, nella chiesa di Santa Lucia vi sarà l’Adorazione Eucaristica durante la quale i giovani potranno anche confessarsi. Intanto, per le strade della movida, ci saranno altri giovani “formati” che evangelizzeranno i loro coetanei e li inviteranno in chiesa per far loro sperimentare la gioia dell’incontro con Cristo. La conclusione della Giornata è prevista per l’1.30 di notte».

L’amministrazione comunale di Salerno ha messo gratuitamente a disposizione tre parcheggi per coloro che intendono partecipare alla Giornata Diocesa dei Giovani raggiungendo il centro di Salerno in auto. I parcheggi sono in Via Carella, Foce Irno e l’interrato del Grand Hotel Salerno. Per accedere in forma gratuita basterà esibire ai volontari posti agli ingressi dei relativi parcheggi la stampa del logo della Pastorale Giovanile o del manifesto dell’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *