L’Arte scende in campo! A Salerno raduno degli artisti di strada

Sharing is caring!

Salerno ha sempre più fame di Arte e Cultura. Proprio con queste parole presentiamo il prossimo ed inedito appuntamento volto alla promozione dell’arte circense, con l’obiettivo di dar vita ad una grande rete tra i tanti  “artisti di strada” presenti, in maniera numerosa, nella nostra Città.

L’evento, intitolato “Salerno in Circus 2.0 – Meeting di Arti Circensi”, si svolgerà nella giornata di venerdì 12 giugno, dalle ore 16.30 alle ore 23.00 presso il Parco del Mercatello, nel cuore della città di Salerno.

Arte

Di seguito, ecco il programma del meeting presentato dagli organizzatori:

– dalle 16.30 alle 17.00 / Riscaldamento e inizio allenamento

– dalle 17.00 alle 18.30 / Primo blocco di workshop (corsi per adulti e bambini sulle discipline circensi)

– dalle 18.30 alle 20.30 / Secondo blocco di workshop (corsi per adulti e bambini sulle discipline circensi)

– dalle 20.30 alle 22.00 / Open stage (spettacoli di arti circensi)

– dalle 22.00 alle 23.00 / Giochi di gruppo (giochi per allenare la coordinazione e stimolare la creatività, che verranno eseguiti sia a corpo libero che con l’ausilio di attrezzi circensi)

L’arco di tempo che va dalle 17.00 alle 20.30 sarà dedicato anche a chi desideri solo fare allenamento libero o dedicarsi a qualunque altra disciplina. La giornata sarà accompagnata dalla selezione musicale di Pu.Ba.La. selectors.

Intervistiamo adesso i promotori di questa ricca giornata all’insegna dell’Arte: Guglielmo Ferrara e la giovane Rita Lamberti.

Arte

Prima di iniziare, chi sono Rita e Guglielmo? A voi la parola…

Guglielmo: “Sono un ragazzo che vorrebbe vedere che nella propria città si coltivi di più la cultura, l’arte, intendo quella che parte dal basso, dalla strada, dal contatto diretto con gli altri, dalla contaminazione, senza avere bisogno di dover andare via per coltivare le proprie passioni”.

Rita: “Sono solo una persona che crede si possa cambiare il proprio destino, che ha iniziato dal basso per arrivare a qualcosa, che ha dei sogni e delle speranze, come tutti, forse solo un po’ più strani, più originali…
Sono una di quelle che vorrebbe regalare ad ogni persona di questa città quello che ho trovato io: la libertà di esprimersi e di essere se stessi, senza condizionamenti, l’arte”.

Guglielmo, da dove nasce la tua passione per le arti da strada ed in particolar modo per quelle circensi?

“Ho iniziato quasi per gioco, dopo aver visto un giocoliere esibirsi sul corso di Salerno. Dopo poco tempo ho cominciato a provare le varie discipline, fino a trovare le mie preferite, che mi hanno poi accompagnato fino ad oggi. Ho iniziato a frequentare le convention di arti circensi, sia in Italia che all’estero, dove ho potuto partecipare a stage di formazione con artisti fantastici. Da anni ne ho fatto il mio lavoro, e spero di poter continuare per il resto della mia vita”.

Rita, puoi raccontarci l’idea di questa giornata salernitana all’insegna dell’arte?

“L’idea nasce da una volontà comune di riunirci, di creare una rete sociale prima di tutto tra chi pratica le arti circensi, e poi tra le persone del posto…
Salerno è buia! Mi spiego, è una città piena di sole, fin troppo illuminata dalle luci di natale, ma le persone come noi, quelle davvero luminose, quelle che hanno tanto da dare, sono nascoste… Nessuno sa chi sono davvero gli artisti di strada, che cosa fanno, che cosa hanno da dare…
Gli artisti a Salerno di fatto non esistono, quindi questi incontri servono anche per approcciarci con le persone, per avere un contatto più diretto con loro”.

Arte

Questo appuntamento vuol essere una prima tappa di un discorso molto più vasto. Quali saranno le prossime iniziative ed in che modo pensate di incidere nella città di Salerno?

“Come ho detto prima, noi siamo quelli che regaleranno l’arte alla città di Salerno…
Il progetto futuro finale è senza ombra di dubbio una scuola di formazione, un centro dove, come accade al nord, si possa ‘’studiare’’ circo, ci si possa riunire ad allenarsi, scambiarsi consigli e vivere insieme questa passione…
Il circo è un patrimonio culturale importantissimo, ed è un peccato negarlo al sud, quindi come progetto futuro primario c’è sicuramente l’idea di una scuola… Poi si vedrà”.

In questi anni, come pensate abbia risposto il pubblico salernitano dinanzi all’esigenza di voler promuovere dell’Arte “libera ed indipendente”?

“Credo abbia risposto in maniera positiva. Mi è capitato di esibirmi per le strade di Salerno o di organizzare iniziative del genere negli anni passati, e la risposta della gente è stata molto positiva. Il problema non sono le persone, ma la voglia da parte delle istituzioni di promuovere e tutelare l’arte di strada, che spesso viene vista come un problema, pensando che siamo gente che fa l’elemosina, e non professionisti che da anni lavorano e si allenano duramente”.

Un appello finale a tutti gli artisti di strada.

“Siamo artisti, chi più chi meno, chi in un modo chi un altro… È arrivato il momento di metterci in gioco, non solo con le parole, non solo scappando al nord per trovare l’arte, ma portandola qui,  dove siamo cresciuti e dove abbiamo scoperto questo mondo. Sosteniamoci a vicenda e creiamo un circuito, in modo da essere in tanti e forti da poter apportare un grande cambiamento”.
Personalmente, ringrazio Rita e Guglielmo per la loro importante testimonianza. Come giovane salernitano in primis, e poi come promotore di questo giornale, faccio i migliori auguri, a tutti gli artisti, di riuscire a diventare un vigoroso punto di riferimento in modo da apportare quel cambiamento “culturale” di cui il nostro Paese, in particolare il Sud Italia, ha enormemente bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *