GMG di Cracovia- Vescovo Moretti istituisce fondo di solidarietà per i giovani salernitani non abbienti

Sharing is caring!

GMG: una sigla di cui forse molti ignorano il significato, ma che per altri significa qualcosa di grande. La Giornata Mondiale della Gioventù, questo vuol dire l’acronimo, rappresenta un evento internazionale organizzato dalla Chiesa Cattolica ogni due o tre anni, in una diversa città del globo che raduna giovani di tutto il mondo accomunati dalla fede in Cristo, desiderosi di ascoltare una Parola dal Santo Padre.

L’evento fu inventato nel 1985 da Papa Giovanni Paolo II e, sotto il pontificato di quest’ultimo, è diventato poco alla volta un appuntamento straordinario, a cui partecipano milioni di giovani di tutte le nazionalità. I primi anni l’evento si svolse a Roma, poi divenne a cadenza biennale o triennale e si è svolto nelle seguenti località: Buenos Aires, Santiago de Compostela, Czestochowa, Denver, Manila, Parigi, di nuovo a Roma per il Giubileo del 2000, Toronto, Colonia, Sydney, Madrid, Rio de Janeiro. Ciascuna Giornata della Gioventù ha un tema, solitamente ispirato a un brano della Sacra Scrittura, e ha il suo culmine nella Veglia di preghiera dei Giovani con il Papa del sabato notte e nella Messa conclusiva del giorno seguente.

Nel 2016 la GMG si svolgerà a Cracovia, in Polonia: bellissima città, ma soprattutto luogo carissimo al compianto Papa Giovanni Paolo II, che nacque in un paese non lontano (Wadowice, che dista meno di 50 km) e proprio di Cracovia fu Vescovo ausiliare prima e Arcivescovo poi. Sicuramente molti dei gruppi di pellegrini che arriveranno da tutto il mondo decideranno di visitare i luoghi natali di Karol Wojtyla.

Ma Cracovia è anche la città in cui operò un’altra grande santa, Suor Faustina Kowalska, che diffuse in tutto il mondo la devozione a Gesù misericordioso. Nella città polacca è ubicato il santuario a lei dedicato.

La Diocesi di Salerno, in particolare l’ufficio di Pastorale Giovanile, sta cominciando ad organizzare la trasferta a Cracovia del prossimo anno: la GMG si svolgerà in particolare dal 26 al 31 luglio 2016. Ma non tutti i giovani, chiaramente, potranno permettersi la quota da versare per il viaggio. Così, per consentire anche ai giovani non abbienti di effettuare il pellegrinaggio, l’Arcivescovo di Salerno Luigi Moretti ha istituito un fondo di solidarietà, una sorta di fundraising per i giovani indigenti.

Queste le parole di Monsignor Moretti, con le quali ha presentato l’iniziativa dalla sua pagina facebook: “Carissimi giovani, già fervono i preparativi per la GMG di Cracovia. La Pastorale Giovanile ha aperto un “fondo di solidarietà” per la raccolta delle vostre libere offerte grazie alle quali tanti giovani che non hanno mezzi economici potranno fare insieme a tanti coetanei questa profonda esperienza di Chiesa. Conto sul vostro generoso aiuto! Grazie in anticipo! don Luigi Moretti, vescovo”

Chiunque può fare una donazione, tramite bonifico o conto corrente, utilizzando i seguenti estremi:

IBAN IT27Q0200815203000400592543

INTESTATO AD- ARCIDIOCESI DI SALERNO CAMPAGNA ACERNO

CAUSALE: FONDO DI SOLIDARIETA’ GMG

A Cracovia si vivrà un’esperienza straordinaria, nel nome di Karol Wojtyla, del quale tanti giovani e meno giovani ricordano l’amore, l’amicizia, l’esuberanza mostrate da lui alla loro presenza nelle passate GMG; furono esperienze incredibili, di comunione fraterna tra milioni di giovani, accampati nelle tende in attesa di ricevere una Parola dal Santo Padre. Esperienze di comunione e di “incontro” con Dio per tante persone.

Ad esempio, da ricordare le parole che Giovanni Paolo II rivolse ai giovani nel 2000, nella spianata di Tor Vergata a Roma: “In realtà, è Gesù che cercate quando sognate la felicità; è Lui che vi aspetta quando niente vi soddisfa di quello che trovate; è Lui la bellezza che tanto vi attrae; è Lui che vi provoca con quella sete di radicalità che non vi permette di adattarvi al compromesso; è Lui che vi spinge a deporre le maschere che rendono falsa la vita; è Lui che vi legge nel cuore le decisioni più vere che altri vorrebbero soffocare. E’ Gesù che suscita in voi il desiderio di fare della vostra vita qualcosa di grande, la volontà di seguire un ideale, il rifiuto di lasciarvi inghiottire dalla mediocrità, il coraggio di impegnarvi con umiltà e perseveranza per migliorare voi stessi e la società, rendendola più umana e fraterna”

Un’esperienza incredibile che, con il fondo di solidarietà istituito a Salerno, potrà essere alla portata di chiunque.

Michele Piastrella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *