Appuntamento con DegustArte Salerno: largo ai piccoli.

Sharing is caring!

11210451_456435951189124_3781705095653805455_n

Ci sarà anche spazio per approfondimenti culturali all’interno della fiera DegustArte Salerno, la fiera di enogastronomia e artigianato che durante il 9, 10 e 11 ottobre animerà il Parco dell’Irno a Salerno: uno per tutti, l’incontro di sabato 10, “Cibo, birra e salute nell’Alto Medioevo” a cura del gruppo di Living History salernitano Gens Langobardorum.
Un ritorno alle radici, come sottolinea l’organizzatrice della rassegna, la cilentana Barbara de Scianni, promotrice del progetto Mestieri e Sapori, per il quale DegustArte Salerno è in assoluto la prima fiera organizzata interamente in proprio:
«La provincia di Salerno, il Cilento in particolare, ha un grande potenziale nascosto: le piccole aziende enogastronomiche e di artigianato, molto ricercate soprattutto dai turisti, ma spesso sconosciute agli stessi abitanti. Così, all’inizio del 2014, abbiamo deciso di creare una rete in cui potessero inserirsi piccoli artigiani e aziende a conduzione familiare, nella prospettiva di valorizzare i prodotti e le abilità manuali tipici della nostra terra destinati prevalentemente ad un mercato di nicchia, indispensabile per farsi strada nell’era delle multinazionali. Al contrario di quanto si crede di solito, la piccola produzione è fondamentale, soprattutto nell’ambito del turismo: l’importante è creare rete tra queste piccole realtà nascoste
Una ricerca delle origini, insomma, delle arti e dei mestieri degli anziani, in via d’estinzione man mano che i paesi del Cilento si rapidamente spopolando. E DegustArte Salerno vuole essere, nelle intenzioni degli organizzatori, una finestra per proiettare questo “piccolo mondo antico” nella contemporaneità, sul modello di fiere ormai di fama internazionale come la De gustibus di Parma, cui Mestieri e Sapori ha partecipato. La fiera ha ottenuto il patrocinio del Comune di Salerno e del CNA, particolare non di poco conto per finanziare un evento di questo tipo.
I tre giorni della fiera si prevedono molto articolati: sono previsti workshop di vario tipo, momenti dedicati alla cucina, spettacoli di danze popolari e artisti di strada.
Sorge spontanea, però, una domanda: in un contesto di questo tipo, come trova posto un incontro dedicato ai Longobardi?
«Non è affatto una parentesi, è parte integrante dello spirito dell’evento,» assicura dal canto suo Barbara de Scianni. «Non a caso l’idea è venuta proprio da uno dei nostri soci, in contatto con la Gens Langobardorum: una riflessione sul nostro passato, su come mangiamo e da dove veniamo, è perfettamente in linea con le due parole chiave che sono state il motore di DegustArte Salerno, e cioè passione e attaccamento alle origini

Per saperne di più:
Blog di DegustArte Salerno;
Sito di Mestieri e Sapori.

Un pensiero riguardo “Appuntamento con DegustArte Salerno: largo ai piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *