Tiergarten, un progetto a cura di Giacomo BigJack Lanzi (fotografia) e di Elisa Farina (poesia)

Sharing is caring!

“Tiergarten” è nato inizialmente come uno scherzo, quasi per gioco.
Era un’uggiosa domenica di metà novembre e io ed il mio amico Jack eravamo “i nuovi immigrati” a Berlino.
Decidemmo di partire alla volta del Giardino, lui con la sua inseparabile macchina fotografica ed io col mio taccuino, su cui vi appunto qualsiasi tipo di idea mi balzi alla mente.
Questo percorso fotografico vuole essere una metafora della vita dell’uomo: si comincia da una prima fotografia “Am Anfang”, appunto, che si sofferma sul concetto di inizio/fine di tutte le cose.
Vi è poi un momento necessario di smarrimento, di caos se vogliamo, che è rappresentato dall’icona intitolata “Primitiva”.
Proseguendo con l’excursus, troviamo “Sentiero”, che vuol essere di esortazione all’individuo per abbandonarsi al caos – caso facendogli capire che spesso è meglio perdersi piuttosto che “trovarsi”.
A questo punto giunge Amore, rappresentato dall’immagine “Alberi e Specchio”. L’amore visto come proiezione dell’individuo sull’individuo, e quindi come prima grande apertura dell’io verso l’altro.
Con “Lepre” abbiamo voluto dar voce anche alla sofferenza, al dolore, alla morte che talvolta siamo chiamati a sopportare sulla terra: ma si sa, più profonda è la ferita e più luce tenderà ad entrarvi (così spiegata la metafora della luce che dà sollievo a seguito del trambusto suscitato dal boato).
Per finire, abbiamo voluto dare omaggio a tutte le vittime omosessuali dell’olocausto: è l’istante in cui il soggetto compie la sua più completa estroflessione nei confronti dell’altro. Un momento importantissimo di riconoscimento non soltanto per sé, ma anche per il mondo e per la natura che lo circonda:
“ Abbiamo tutti le stesse mani, le stesse labbra, le stesse narici…Gli stessi occhi per apprezzare il mondo e la bellezza della diversità, se quest’ultima fosse mai realmente esistita. “

Un ringraziamento particolare a Jack, che ha reso possibile questo ambizioso disegno.

Elisa Farina

 

Tiergarten

Un progetto fotografico

 

Am Anfang

 

Am Anfang

Ogni inizio è una fine,

ogni fine è un nuovo inizio

 

 

 

 

 

 

Primitiva

 

Primitiva

C’è forse un Senso che non vediamo,

forse è più grande di ciascuno di noi,

Ma una cosa è percepibile dall’Umano,

Non è che dal caos che germoglia la vita.

 

 

 

 

 

Sentiero

 

Sentiero
Abbandona(ti)

fino a perder(ti)

 

 

 

 

Alberi e Specchio

 

Alberi e Specchio

Annaffiando ti salva: è l’amore che bagna

 

Durch Begießen dir entrinnt:
ist Liebe die eintaucht

 

 

 

 

 

Lepre okLepre

Necessaria saetta conduce al frastuono
sufficiente luce attutisce il boato

 

Monumento ai gay

Monumento alle vittime omosessuali dell’Olocausto

Same hands are touchin’

Same lips are kissin’

Same noses are smellin’

and Still your eyes are watchin’!

Un pensiero riguardo “Tiergarten, un progetto a cura di Giacomo BigJack Lanzi (fotografia) e di Elisa Farina (poesia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *