Buona la prima per la nazionale italiana. Numerosi locali salernitani pieni per la gara degli azzurri

Sharing is caring!

Buona la prima per l’Italia di mister Conte agli Europei di Francia, superati i “diavoli rossi” del Belgio con un secco 2-0 e primo posto del girone conquistato grazie al pareggio per 1-1 nell’altro match del girone tra Irlanda e Svezia.
Mister Conte si affida all’undici già anticipato dalle indiscrezioni prepartita, blocco difensivo juventino confermatissimo con Buffon-Barzagli-Bonucci-Chiellini, De Rossi playmaker, Giaccherini e Parolo interni di centrocampo, Candreva e Darmian sugli esterni, Eder-Pellè la coppia d’attacco.
Un 3-5-2 che convince alla vigilia e ancor di più nel primo tempo, gli azzurri macinano gioco, rispondono colpo su colpo agli attacchi del Belgio facendosi preferire nonostante il minor tasso tecnico rispetto agli avversari, tra i favoriti per la vittoria finale.
Il Belgio nei primi 45 minuti di gioco si rende raramente pericoloso, riuscendo ad andare al tiro solamente con conclusioni dalla distanza che non impensieriscono minimamente Buffon; gli azzurri sembrano essere più in palla e più incisivi e così da un lancio telecomandato di Bonucci, Giaccherini riceve in area con un perfetto stop di sinistro ed insacca con il piattone destro ad incrociare sul secondo palo.
L’Italia potrebbe addirittura raddoppiare grazie a Pellè che su torre in area di Eder incorna di testa ma la palla esce di pochissimo a lato, ma si va al riposo sull’1-0 e con la consapevolezza di poter battere Nainggolan e c.
La seconda frazione di gioco vede la formazione di Wilmots spingere con più convinzione e contestualmente De Rossi e c. arretrare il baricentro aspettando il Belgio e cercando di chiudere tutti gli spazi; inevitabilmente si soffre, intanto esce Darmian, autore di una prova certamente non da ricordare, per De Sciglio. La pressione belga si fa sempre più insistente, entrano Origi e Mertens a supportare l’attacco già esplosivo formato da Hazard e De Bruyne, ma il muro italiano regge benissimo e subisce solo qualche mischia in area ed un colpo di testa appunto di Origi che però mette alto sulla traversa.
Mister Conte sostituisce Eder con Immobile per sfruttare la sua velocità nelle ripartenze ed è proprio lui che impegna Courtois dalla distanza con una bordata di destro; si gioca centimetro su centimetro, entra Thiago Motta per un esausto De Rossi, il Belgio le prova tutte esponendosi al classico contropiede italiano che diventa letale nel recupero. Immobile, ottimo il suo impatto sulla partita, apre per Candreva che davanti all’estremo difensore belga anziché provare la conclusione a rete crossa un pallone favoloso per la corrente Pellè, tiro al volo di destro e 2-0 liberatorio che fa impazzire di gioia la panchina azzurra ed un Paese intero.
Prova convincente quindi degli azzurri al loro esordio in questo torneo continentale che non li vede pronosticati tra i favoriti, ma che potrebbe riservare delle sorprese, viste anche le performance delle più accreditate Spagna, Germania e Francia di certo non esaltanti.
Questa squadra, sicuramente povera di talento, ha messo in campo le caratteristiche che sono proprie del commissario tecnico; gli azzurri hanno dimostrato di essere lo specchio della loro guida tecnica, cioè una formazione organizzata tatticamente come poche, con delle idee offensive ma pronta a saper soffrire quando è necessario, ma soprattutto pronta a non mollare mai.
Avanti con la Svezia di Ibrahimovic, prossimo avversario venerdì prossimo alle 15.00, per continuare a far sognare gli italiani.

Christian Verderame

Un pensiero riguardo “Buona la prima per la nazionale italiana. Numerosi locali salernitani pieni per la gara degli azzurri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *