Splendidi Azzurri – vittoria strameritata con le Furie Rosse. Ora i quarti con la Germania

Sharing is caring!

Colossale impresa dell’Italia che agli ottavi di finale del torneo continentale fa fuori la favoritissima Spagna dei vari Iniesta, Silva e Morata, imponendosi per 2-0 e lanciandosi in un quarto di finale altrettanto impegnativo contro i campioni del Mondo in carica della Germania.
Partita preparata tatticamente in modo perfetto da mister Conte, con una squadra cortissima, senza mai buttare via un pallone, con ripartenze veloci ed una concentrazione altissima per tutti i novanta minuti; Spagna molto sottotono ma di sicuro la maggior parte del merito va agli azzurri che hanno chiuso tutti varchi senza concedere nulla se non qualche tiro dal limite nel finale ed una sola vera occasione capitata a Pique che ha trovato un favoloso Buffon a sbarrargli la strada.
Solito e collaudatissimo 3-5-2 di Conte, Buffon tra i pali, la difesa granitica Bonucci-Barzagli-Chiellini, De Sciglio e Florenzi sulle corsie esterne, De Rossi playmaker, interni di centrocampo Parolo e Giaccherini, tandem offensivo Pellè-Eder.
Parte subito forte l’Italia e De Gea deve superarsi con due grandi interventi prima su Pellè e poi su Giaccherini in rovesciata; la Spagna ha come si poteva prevedere un maggior possesso palla ma l’Italia risponde colpo su colpo. Grande la prova dei tre centrali difensivi, ma anche De Sciglio sfodera una grande prestazione, Giaccherini si rivela ancora una volta un instancabile motorino ed il vero ago della bilancia di questa squadra.
Il gol del vantaggio azzurro arriva sugli sviluppi di una punizione dal limite per un fallo di Ramos su pellè, calcia di potenza Eder, respinge corto De Gea, arriva Florenzi che tocca il pallone, interviene Chiellini che d’istinto calcia a porta sguarnita da due passi. E’ l’1-0 che fa impazzire di gioia la panchina e tutti gli italiani presenti a Saint Denis e davanti alla tv in tutto il Paese.
La Spagna non sembra reagire a dovere e l’Italia potrebbe addirittura raddoppiare con Giaccherini ma il portiere iberico si supera; gli azzurri danno l’impressione di poter ripartire sempre in modo pericoloso.
Secondo tempo sullo stesso copione del primo con il solito fraseggio spagnolo e l’Italia a chiudere gli spazi e a difendere con il coltello tra i denti; De Rossi esce per un risentimento ed entra Thiago Motta e il cambio non sembra favorire gli azzurri. Subentra Darmian per un esausto Florenzi, poi Conte si gioca l’ultimo cambio facendo entrare Insigne per Eder ed è proprio il neo entrato ad impegnare con una staffilata dal limite ancora De Gea.
Si soffre, la Spagna guadagna metri e l’Italia riesce sempre più raramente a ripartire, ma proprio nel finale arriva il definitivo 2-0, grazie ad Insigne che con un cambio di gioco pesca Darmian che entra in area e serve Pellè che da pochi metri insacca. E’ un’esplosione incontenibile di euforia con Conte e i suoi ragazzi che festeggiano come dei ragazzini per una vittoria meritatissima per l’impegno e l’abnegazione mostrati, ma anche per l’organizzazione tattica e l’intelligenza con cui è stata affrontata la sfida contro quella che può definirsi una corazzata.
Ora l’appuntamento è per sabato alle 21.00 per un altro match da far tremare i polsi, contro quella Germania che sembra essere uno schiacciasassi ma che con l’Italia ha una tradizione a dir poco negativa, sperando che tale tradizione si allunghi ancora; questa formazione non avrà il talento teutonico, ma ha cuore, polmoni e cervello da vendere.

Christian Verderame

Un pensiero riguardo “Splendidi Azzurri – vittoria strameritata con le Furie Rosse. Ora i quarti con la Germania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *