Pareggio importante contro il Verona. La Salernitana prosegue il suo percorso di crescita

Sharing is caring!

La Salernitana conquista il secondo punto in due partite e resta imbattuta dopo il primo incontro casalingo contro il quotatissimo Verona.
Partita difficile, contro un avversario molto forte ed organizzato, attrezzato sicuramente per risalire immediatamente in serie A; un tempo per parte e pareggio per 1-1 sostanzialmente giusto tra due compagini che si sono battagliate con molto agonismo e davanti ad un pubblico meraviglioso ed un’atmosfera da brividi.
Mister Sannino parte con il pronosticato 3-5-2 con Terracciano tra i pali, difesa composta da Mantovani-Bernardini-Schiavi, sugli esterni Vitale a sinistra e Laverone a destra, in mezzo al campo Odjer-Busellato, Rosina al centro dietro a Coda-Donnarumma tandem offensivo.
Primo tempo di marca scaligera con un grande possesso palla degli ospiti che passano subito in vantaggio con Ganz al 6’ dopo una dormita generale della retroguardia granata che lo lascia in area libero di girarsi e concludere sul secondo palo alle spalle di Terracciano.
Dopo un’altra colossale occasione per il Verona arrivano due incredibili possibilità per Donnarumma, sul quale salva d’istinto l’estremo difensore gialloblu, e per Busellato che spara rasoterra sulle gambe del portiere ospite.
Nella seconda frazione di gioco grandissima reazione dei granata che cominciano a macinare gioco e finalmente arrivano al pareggio al 61’ grazie ad un sontuoso cross di Vitale per Coda che incorna di testa; intanto arrivano i cambi in casa granata, Zito per Busellato, Tuia per un esausto Mantovani e Improta sul finire della partita per Donnarumma.
Non ci sono più grandi sussulti se non una discesa di Zito non conclusa con una conclusione in porta.
Ottima prova di Vitale, migliore in campo, e di Laverone; buone le prove di Schiavi, Rosina e Mantovani, mentre sottotono sono sembrati i due attaccanti, Odjer non ancora al meglio, decisamente negativa la prestazione di Busellato.
La partita di ieri ha dimostrato quanto il Verona sarà protagonista di sicuro in questo torneo grazie al suo organico di grande spessore e ad un ottimo allenatore qual è Fabio Pecchia; la formazione guidata da Sannino invece è ancora da valutare, buone sono state tante indicazioni, ma è troppo presto per esprimere un giudizio.
Ci sono certamente ampi margini di miglioramento, sperando di vederli a partire dalla prossima trasferta a Novara davvero impegnativa; Rosina può fare la differenza ma deve essere messo in condizione e nel modulo di ieri sera non è sembrato proprio a suo agio, così come Coda non è sembrato al meglio nonostante il gol realizzato.
Servirà l’aiuto di tutti per portare via punti domenica prossima e serviranno più di 45’ di buon livello, sperando che anche la condizione atletica migliori visto che ieri la Salernitana ha dato l’impressione di essere più indietro degli avversari.
Infine un plauso speciale va fatto allo splendido pubblico, circa 20000 presenze, che ha fatto tremare l’Arechi per tutti i novanta minuti e che ha raggiunto insieme a Bernardini e c. il pareggio da vero dodicesimo uomo in campo qual è; nulla da segnalare relativamente a scontri tra le due tifoserie, segno dell’ottimo lavoro effettuato dalle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *