Rifugiati e richiedenti asilo in provincia di Salerno: la situazione dopo lo sbarco

La maggioranza dei migranti rimasti in provincia di Salerno è stata collocata in strutture gestite prevalentemente dalla Caritas della diocesi di Teggiano-Policastro. Dopo il secondo sbarco della nave “Etna” 75 minori sono stati accompagnati presso la Protezione Civile di Via Carrai a Salerno, in attesa di un loro trasferimento verso le case di accoglienza

Leggi il seguito